MOD. B - LABORATORIO DI POLITICHE SOCIALI

Insegnamento
MOD. B - LABORATORIO DI POLITICHE SOCIALI
Insegnamento in inglese
MOD. B - LABORATORY OF SOCIAL POLICIES
Settore disciplinare
SPS/07
Corso di studi di riferimento
SERVIZIO SOCIALE
Tipo corso di studio
Laurea
Crediti
2.0
Ripartizione oraria
Ore Attività Frontale: 12.0
Anno accademico
2022/2023
Anno di erogazione
2023/2024
Anno di corso
2
Percorso
PERCORSI COMUNE/GENERICO
Docente responsabile dell'erogazione
DANNA Daniela Rita

Descrizione dell'insegnamento

Nessuno

Le politiche sociali nel contesto della società capitalistica neoliberale e dello Stato di biosicurezza. Modelli di welfare. Istituzioni, organizzazioni, professioni del servizio sociale. I servizi nel regionalismo post-riforma costituzionale del 2001. Politiche sanitarie; sociali e socioeducative, per la famiglia, per la disabilità, per la salute mentale, sulle dipendenze, sulla vecchiaia, sull’immigrazione. Le reti istituzionali e il terzo settore. Servizi e crisi socioeconomica. Biopolitiche su inizio e fine vita.

Conoscenze e comprensione.

L’ambito conoscitivo è quello della formazione e implementazione delle politiche sociali, principalmente a cura di attori statali ma anche, in modo crescente nel modello neoliberale, da parte di ONG del terzo settore. L’obiettivo formativo è relativo non solo ai dettagli delle politiche sociali, che saranno affrontate ad ampio spettro, ma anche al quadro generale dell’economia-mondo capitalistica che si articola in Stati e sistema interstatale, con un crescente ruolo delle partnership pubblico-private internazionali nello stabilire gli obiettivi di policy.

 

Capacità di applicare conoscenze e comprensione.

Stimolando la conoscenza e comprensione dei paradigmi interpretativi, dei concetti e dei temi principali inerenti alle politiche sociali, lo studente potrà applicare l’acquisito quadro concetturale al dibattito politico e sociale in atto, comprendendo le dimensioni strutturali delle scelte di politica sociale e dei loro processi di cambiamento, in un contesto di crescente interconnessione globale. Svilupperò la capacità di utilizzare le conoscenze e dei concetti della scienza sociale per la descrizione, comprensione, valutazione e spiegazione di situazioni, processi e problemi di politica sociale. Raggiungerà la capacità di reperire autonomamente dati quantitativi e/o qualitativi relativi alla politica sociale, e la capacità di comprensione e valutazione critica delle ricerche sociologiche nel campo della politica sociale.

 

Autonomia di giudizio.

Lo studente sarà rafforzato nella sua capacità di comprensione e valutazione critica nel campo della politica sociale

 

Abilità comunicative.

Gli studenti sono costantemente invitati ad esprimersi in aula. La forma scritta dell’esame rafforza questo tipo di abilità comunicativa, solitamente meno curato nella didattica terziaria.

 

Capacità di apprendimento.

I testi proposti sviluppano la capacità di apprendimento, essendo stati scelti per la loro non banalità e ricchezza di riferimenti al più generale dibattito politico-sociale. Sono inclusi nella dispensa articoli scientifici, e non solo parti di manuale.

Lezioni frontali

 

Esame scritto a domande aperte

Ricevimento studenti e laureandi su appuntamento fino all’inizio del corso, poi da definirsi in dipendenza dall’orario di lezione

Le politiche sociali nel contesto della società capitalistica neoliberale e dello Stato di biosicurezza. Modelli di welfare. Istituzioni, organizzazioni, professioni del servizio sociale. I servizi nel regionalismo post-riforma costituzionale del 2001. Politiche sanitarie; sociali e socioeducative, per la famiglia, per la disabilità, per la salute mentale, sulle dipendenze, sulla vecchiaia, sull’immigrazione. Le reti istituzionali e il terzo settore. Servizi e crisi socioeconomica. Biopolitiche su inizio e fine vita.

  1. Paolo Ferrario: Politiche sociali e servizi. Metodi di analisi e regole istituzionali ed. Carocci 2014.
  2. Dispensa con capitoli e articoli, a cura della docente.